Camelia è una ragazza di 17 anni. Muore ad Auschwitz dopo il suo arresto nel 1944.

Di lei ci restano alcune lettere che scrisse ad un ragazzo, Mario, nei giorni precedenti la sua deportazione.
Ho chiesto ad otto ragazzi che nel 2017 hanno all'incirca l'età di Camelia di farsi ritrarre e, al contempo, di copiare a mano l'ultima lettera che Mario ricevette da Camelia.
Vediamo ricomporsi, attraverso i diversi volti e le diverse grafie, la pagina più dolorosa della sua storia, storia che abbiamo voluto rendere alla portata di tutti evidenziandone l'universalità.

"Poiché l'angoscia di ciascuno è la nostra" (Primo Levi, La bambina di Pompei)


Il progetto integra una parte di ricerca e analisi storica: insieme, i due filoni (fotografico e storiografico) danno forma alla mostra "Con gli occhi aperti, col cuore fermo: Camelia" ora visibile al Liceo Galvani di Bologna.

info
info
info
Il nostro passato è stato così breve, ma colmo di tanto azzurro come un lembo di cielo. Quella sera è l'unico ricordo bello che io abbia di tutta la mia vita. info
info
I nostri poveri occhi umani hanno una vista breve, limitata nello spazio, ma ancor più nel tempo. Non sappiamo quel che ci aspetta domani e nemmeno fra cinque minuti. info
Speriamo sia come dici tu. Che dopo i giorni brutti vengono quelli belli. E allora, se avrò la fortuna di non diventare pazza di gioia, vedrai una Camelia trasformata. Ma ora (...) quel giorno mi sembra troppo lontano. info
info
Using Format